Celebrazione dei funerali

Comunicazione
circa la celebrazione dei funerali

Il DPCM “Fase2” del 26 aprile 2020 stabilisce che da lunedì 4 maggio “sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro” (art. 1 c. 1 lett. i).

PUBBLICHIAMO PARTE DEL DOCUMENTO
INVIATO DAL VICARIO GENERALE
integrato da alcuni comportamenti concreti
per la nostra Comunità Pastorale di Arcisate-Brenno.

La celebrazione delle Esequie potrà avvenire in Basilica di S. Vittore di Arcisate o Chiesa Parrocchiale di Brenno oppure nei rispettivi cimiteri. Alla famiglia si lasci la facoltà di scegliere il luogo e il rito (S. Messa o solo Liturgia della Parola).

I gestori dell’agenzia funebre si faranno carico di chiedere ai familiari la loro scelta e soprattutto comunicare queste disposizioni con l’obbligo della rigorosa osservanza.

I familiari saranno sempre informati dalle Pompe Funebri che alla celebrazione potranno presenziare massimo quindici persone da loro invitate.
All’ora stabilita, prima dell’accesso in chiesa dei partecipanti alle esequie funebri, gli incaricati della Protezione Civile del Comune di Arcisate, garantiranno a tutti i presenti la misurazione della temperatura corporea. Non sarà consentito l’accesso a chi risulti avere una temperatura corporea superiore ai 37,5°C.

L’ingresso e l’uscita al e dal luogo della celebrazione avverrà rispettando le distanze di sicurezza.
I posti da occupare saranno debitamente contrassegnati per garantire il rispetto della distanza stabilita di un metro tra le persone. Non si deve in nessun modo creare assembramento.
Tutti i fedeli indosseranno le mascherine.
Tra il celebrante e gli eventuali ministri dovrà essere sempre mantenuta la distanza prevista dalla legge.
Se la famiglia chiede all’interno del funerale il Rito della Messa, per quanto riguarda la distribuzione della Comunione, sarà il sacerdote che si muoverà e si avvicinerà esclusivamente al posto del fedele che desidera riceverla. L’Eucaristia sarà distribuita esclusivamente sulla mano.
Si eviterà lo scambio della pace. Inoltre, l’agenzia funebre comunichi ai partecipanti che sono vietati gli abbracci e le strette di mano che generalmente vengono fatte per esprimere la vicinanza ai parenti del defunto.
Al termine della celebrazione si uscirà dalla chiesa con calma rispettando le giuste distanze e non ci si potrà fermare fuori, ma si raggiungerà immediatamente la propria auto per andare al cimitero per la sepoltura.