Note sulla parziale riapertura degli oratori

Note sulla parziale riapertura degli oratori

  • Sono possibili le riunioni e gli incontri nei locali parrocchiali e negli oratori alle seguenti condizioni:
    vi partecipino solo maggiorenni;
    nella convocazione o nell’invito il Parroco o un suo delegato chiederà di non prendervi parti a chi ha temperatura corporea superiore ai 37,5°C o altri sintomi influenzali;
    siano in luoghi chiusi adeguatamente ampi o in luoghi aperti;
    gli ambienti chiusi siano ben arieggiati almeno prima e dopo l’incontro;
    si effettui la corretta igienizzazione degli ambienti e degli arredi prima e dopo l’evento.
    l’ingresso e l’uscita siano scaglionati e garantiscano il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1,5 metri;
    ci si igienizzi le mani all’ingresso;
    sia sempre mantenuta la distanza di sicurezza di almeno un metro;
    i partecipanti abbiano tutti sempre la mascherina;
    non vi siano buffet, merende, pranzi o cene.
  • Negli oratori possono aprire solamente i bar che hanno entrambe le seguenti caratteristiche:
    sia possibile entrarvi dalla pubblica via e non solamente dall’oratorio;
    non sia possibile entrare in oratorio passando dal bar.
  • Non possono organizzarsi feste di qualsiasi tipo né concedere spazi a questo scopo.
  • Restano chiusi i cortili, le aree giochi, gli impianti sportivi e qualunque struttura simile in qualunque modo denominata.

Regole per seguire la messa in presenza

Dal 18 maggio entra in vigore il protocollo che permette la ripresa delle celebrazioni con il popolo. Non è un ritorno alla normalità, perché ci sono numerose restrizioni a cui tutti dobbiamo prestare attenzione, con grande senso di responsabilità. In particolare, si è ancora dispensati dal precetto festivo per motivi di età e di salute. Quindi gli anziani possono con serenità restare a casa e seguire le celebrazioni in tv o su internet.
Meglio rimanere molto prudenti, almeno per il momento.
Non affrettiamo i tempi della partecipazione alla S. Messa in chiesa, continuiamo a pregare da casa attraverso i mezzi di comunicazione.

Chi intende partecipare alla S. Messa lo deve fare nell’assoluto rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza in particolare:

Non può accedere alla chiesa chi presenta sintomi influenzali respiratori, temperatura corporea uguale o superiore ai 37,5° C, o è stato in contatto con persone positive a SARSCoV-2 nei giorni precedenti.
Occorre rispettare sempre nell’accedere alla chiesa e nell’uscire, così come nel prendere posto, il mantenimento della distanza di sicurezza e l’osservanza di regole di igiene delle mani. La parrocchia mette a disposizione il liquido igienizzante.

È OBBLIGATORIO indossare sempre una MASCHERINA che copra naso e bocca

  • Un servizio d’accoglienza accompagnerà le Messe festive.
    Si raccomanda di attenersi alle norme indicate dai volontari del servizio.
  •  Raccomandiamo di evitare assembramenti
    sul piazzale della chiesa prima e dopo le celebrazioni.
  • Suggeriamo di presentarsi per tempo alla celebrazione.
    Quando si sarà raggiunto il numero massimo possibile di presenze non si potrà più entrare per la celebrazione.
  • In ogni caso non sarà concesso di entrare in chiesa dopo l’inizio della Messa

Anche nei giorni feriali devono essere rispettate le regole per poter partecipare alla Messa. La mascherina è obbligatoria e vanno mantenute le distanze di sicurezza par ad almeno 1 mt laterale e frontale.

• In Basilica sono disponibili 130 posti
• A Brenno sono disponibili 80 posti

Scelta e prenotazione per Arcisate

Scelta e prenotazione per Brenno

Celebrazione dei funerali

Comunicazione
circa la celebrazione dei funerali

Il DPCM “Fase2” del 26 aprile 2020 stabilisce che da lunedì 4 maggio “sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro” (art. 1 c. 1 lett. i).

PUBBLICHIAMO PARTE DEL DOCUMENTO
INVIATO DAL VICARIO GENERALE
integrato da alcuni comportamenti concreti
per la nostra Comunità Pastorale di Arcisate-Brenno.

La celebrazione delle Esequie potrà avvenire in Basilica di S. Vittore di Arcisate o Chiesa Parrocchiale di Brenno oppure nei rispettivi cimiteri. Alla famiglia si lasci la facoltà di scegliere il luogo e il rito (S. Messa o solo Liturgia della Parola).

I gestori dell’agenzia funebre si faranno carico di chiedere ai familiari la loro scelta e soprattutto comunicare queste disposizioni con l’obbligo della rigorosa osservanza.

I familiari saranno sempre informati dalle Pompe Funebri che alla celebrazione potranno presenziare massimo quindici persone da loro invitate.
All’ora stabilita, prima dell’accesso in chiesa dei partecipanti alle esequie funebri, gli incaricati della Protezione Civile del Comune di Arcisate, garantiranno a tutti i presenti la misurazione della temperatura corporea. Non sarà consentito l’accesso a chi risulti avere una temperatura corporea superiore ai 37,5°C.

L’ingresso e l’uscita al e dal luogo della celebrazione avverrà rispettando le distanze di sicurezza.
I posti da occupare saranno debitamente contrassegnati per garantire il rispetto della distanza stabilita di un metro tra le persone. Non si deve in nessun modo creare assembramento.
Tutti i fedeli indosseranno le mascherine.
Tra il celebrante e gli eventuali ministri dovrà essere sempre mantenuta la distanza prevista dalla legge.
Se la famiglia chiede all’interno del funerale il Rito della Messa, per quanto riguarda la distribuzione della Comunione, sarà il sacerdote che si muoverà e si avvicinerà esclusivamente al posto del fedele che desidera riceverla. L’Eucaristia sarà distribuita esclusivamente sulla mano.
Si eviterà lo scambio della pace. Inoltre, l’agenzia funebre comunichi ai partecipanti che sono vietati gli abbracci e le strette di mano che generalmente vengono fatte per esprimere la vicinanza ai parenti del defunto.
Al termine della celebrazione si uscirà dalla chiesa con calma rispettando le giuste distanze e non ci si potrà fermare fuori, ma si raggiungerà immediatamente la propria auto per andare al cimitero per la sepoltura.